Sorrento

Sorrento è una bellissima cittadina affacciata sul Golfo di Napoli. La città oltre ad avere un importante patrimonio storico e architettonico è la porta d'ingresso alla penisola sorrentina.

Conquistata prima dai greci poi dai romani e, infine, dai normanni e dagli aragonesi, Sorrento è una piccola cittadina che si trova affacciata nel Golfo di Napoli. La città sorge su una collina a strapiombo sul mare ed è la porta di ingresso alla pittoresca quanto famosa Penisola Sorrentina. Sembra che il nome Sorrento derivi dal vero greco “surreo” che significa “confluire”, facendo riferimento alle acque che scendevano dalle vallate vicine e confluivano, nel mare.

Sorrento, città natale dello scrittore Torquato Tasso (1511-1595), che scrisse “La Gerusalemme Liberata”, a partire dall’Ottocento è stata meta di molti intellettuali del nord Europa che venivano in queste zone del sud Italia per fare il ‘’Grand Tour’’ e conoscere meglio la storia del Mediterraneo.

Grazie a questo suo passato, la città si distingue rispetto ad altre città campane, per la sua atmosfera tranquilla e organizzata caratterizzata da un piccolo centro, da giardini con alberi di agrumi e dal rumore del mare sempre in sottofondo.

Cosa vedere a Sorrento

Meta ideale per un fine settimana fuori porta o tappa da toccare nel corso di un viaggio in Campania, Sorrento è una località che si può visitare in ogni stagione dell’anno. La città, infatti, si presenta come il connubio ideale per coloro che cercano un soggiorno all’insegna dell’arte, della natura e anche del relax. Tutte le civiltà che qui son passate, dai greci agli aragonesi, hanno lasciato in eredità parte del patrimonio architettonico e culturale.

Sorrento è una città che vi farà innamorare grazie ai suoi stretti vicoli caratterizzati dalla presenza di chiese, di ristorantini, di vecchi edifici e di botteghe di artigiani. Numerosi sono anche i punti panoramici che conquistano ogni visitatore con una vista sorprendente nel Golfo. La sua strategica posizione permette di fare escursioni nei golfi di Napoli e di Salerno e di vistare le bellissime isole di Ischia e Capri. Infine, non potete lasciare Sorrento senza aver provate le sue diverse delizie culinarie, dai famosi gnocchi alla Sorrentina all’ottimo limoncello.

Piazza Tasso e Corso Italia

1Piazza Tasso, 80067 Sorrento NA, Italia

Il cuore della città di Sorrento è Piazza Tasso dove oggi si può ammirare il monumento dedicato allo scrittore Torquato Tasso che è opera dello scultore Gennaro Calì. Qui un tempo si trovava il Castello aragonese voluto da Ferdinando d’Aragona nel XV secolo e fatto demolire alla fine dell’Ottocento. Nel XIX ci fu una ristrutturazione urbanistica della città che portò non solo alla distruzione del castello, ma anche alla demolizione della cinta muraria e di Porta Piano.

Sulla piazza affacciano importanti edifici come la chiesa di Santa Maria del Carmine, casa Correale e il raffinato Grand Hotel Vittoria. Da questa piazza parte anche Corso Italia, la via dello shopping più famosa di Sorrento dove si trovano numerosi ristoranti che servono i famosi gnocchi alla sorrentina.

Complesso di San Francesco

2Via S. Francesco, 12, 80067 Sorrento NA, Italia (Sito Web)

Il complesso conventuale di San Francesco è composto dal chiostro, dal monastero e dalla chiesa fatta costruire nel XIV secolo dai frati francescani. La chiesa, costruita nel luogo in cui un tempo c’era un antico oratorio fondato da Sant’Antonino, ha subito diverse modifiche e ristrutturazioni per cui ora possiamo ammirare internamente un edificio in stile barocco con un’unica navata mentre esternamente la facciata è in marmo bianco risalente al XX secolo.

Proprio vicino alla chiesa si trova il Chiostro di San Francesco, ancora oggi abitato dai frati conventuali, che è stato eretto nel XIV secolo e che presenta segni dell’architettura originaria che si alternano a diversi stili architettonici, rivelandosi come perfetta testimonianza delle numerose civiltà che hanno dominato la città.

Villa Comunale

3Via S. Francesco, 80067 Sorrento NA, Italia (Sito Web)

Realizzata a fine Ottocento la Villa Comunale di Sorrento, a due passi da Piazza Tasso e dal complesso di San Francesco, è stata costruita a picco sul mare ed è una delle tappe da non perdere a Sorrento. Caratterizzata dalla presenza di alberi secolari grazie alla sua posizione si identifica come uno dei punti panoramici più belli della città che sa regalare una splendida vista sull’intero Golfo e sul Vesuvio.

Partendo da qui, una piacevole passeggiata su una stradina panoramica in discesa permette di raggiungere in pochi minuti Marina Piccola e il porto di Sorrento ma per coloro che non vogliono camminare è possibile prendere un comodo ascensore.

Vallone dei Mulini

480067 Sorrento NA, Italia

Il Vallone dei Mulini o ‘’Deep Valley of the Mills” si trova in pieno centro a Sorrento ed è una tappa davvero affascinante che richiama ogni anno moltissimi turisti non solo italiani ma anche stranieri. La penisola sorrentina era un tempo suddivisa in cinque valloni e in ognuno di questi si trovava un diverso paesino.

Questo vallone in particolare era un tempo di proprietà della famiglia Correale che qui fece costruire un mulino per la macinazione del grano, conferendo così il nome a questa valle. Il mulino utilizzato fino ai primi del ‘900 per macinare il grano poi fu abbandonato e lasciato cadere in disuso. Attualmente l’edificio è inaccessibile e ciò che rimane, immerso in un contesto ambientale unico a pochi passi dal centro storico, può essere solo fotografato dall’esterno.

Cattedrale di Sorrento

5Via Santa Maria della Pietà, 46, 80067 Sorrento NA, Italia (Sito Web)

La Cattedrale di Sorrento intitolata ai Santi Filippo e Giacomo si trova nel centro storico cittadino e risale originariamente al I secolo d.C. anche se quella che possiamo ammirare ora è il risultato di diversi lavori di ristrutturazione. Dopo essere stata completamente ricostruita nel XV secolo in stile romanico l’edificio religioso ha subito varie operazioni di restauro che ne hanno trasformato totalmente l’architettura.

Gli elementi originali risalenti al XV secolo che si possono ancora ammirare sono il portale laterale in marmo, l’opera del Redentore del 1522 che si trova nella prima cappella e il trono arcivescovile. La pianta della chiesa a croce latina presenta tre navate e custodisce all’interno opere di grande pregio come le tele realizzate da Giacomo del Po’ e sul pulpito la “Madonna col Bambino” di Silvestro Buono.

Basilica di Sant'Antonino Abate

680067 Sorrento NA, Italia (Sito Web)

La Basilica di Sant’Antonino Abate, è la chiesa più frequentata in Sorrento ed è intitolata a Sant’Antonino che è il Patrono della città e al quale sono attribuiti numerosi miracoli. L’edificio religioso sembra risalire intorno all’anno Mille e sorge nel luogo in cui si trovava il sepolcro del Santo.

Nel corso degli anni la chiesa fu oggetto di diversi lavori di restauro fino ad arrivare all’attuale struttura che vede presente una facciata è in stile romanico in tufo grigio, mentre l’interno è formato da tre navate, con sei colonne per lato sopra le quali si trovano ovali con affreschi. Il soffitto è realizzato a riquadri e rosoni d’oro in uno sfondo azzurro con tele del XVIII secolo appartenenti a Giambattista Lama.

Sedile Dominova

7Via S. Cesareo, 70, 80067 Sorrento NA, Italia

Via Cesareo, una delle strade parallele a Corso Italia era un tempo la via più importante della città dove si trovavano le residenze patrizie di maggior prestigio. Proprio in Via Cesareo, infatti, era stata edificata la famosa Sedile Dominova, un antico seggio nobiliare costruito tra il 1200 ed il 1300 che ospitava una parte dell’aristocrazia cittadina ed era il luogo preposto alla gestione della “res pubblica’’.

Mentre una parte della nobiltà si riuniva qui presso il sedile Domus Novae, da cui deriva Dominova, un’altra parte si radunava presso il Sedile di Porta, di cui rimane qualche resto sempre in questa via ma nelle vicinanze di Piazza Tasso. Questo edificio è stato più volte restaurato e rimaneggiato ma ora si può ancora ammirare nella facciata principale una splendida balaustra in marmo con due stemmi in tufo risalenti al XIV secolo.

Due lati vedono la presenza di una loggia ad arcate chiusa da balaustre mentre negli altri due si trovano magnifici affreschi realizzati in epoca settecentesca. Una cupola del XVII secolo in maioliche verdi e gialle ricopre le loggia e nella sua volta si trovano i vessilli delle famiglie nobili che facevano parte del Sedile.

Bagni Della Regina Giovanna

8Via Nastro Verde, 7, 80067 Sorrento NA, Italia

Non si può venire a Sorrento senza visitare i famosi Bagni della Regina Giovanna che noti fin dai tempi più antichi, prendono il loro nome dalla Regina Giovanna D’Angiò che amava venire a fare il bagno in quest’area incontaminata. Questo antico angolo di paradiso, caratterizzato da limpide acque, si raggiunge arrivando a Capo di Sorrento e poi procedendo da lì per un tratto a piedi lungo un sentiero.

L’itinerario per raggiungere i bagni è ben segnalato si trova in un tratto di costa molto selvaggio che è stato anche colpito da una frana, per questo prima di recarsi ai Bagni è bene informarsi riguardo l’accessibilità. Dati i pochi spazi adibiti a parcheggio in questa zona, potete optare di raggiungere i bagni attraverso una corsa in autobus.

Spiagge di Sorrento

Oltre ai celebri Bagni della Regina Giovanna, la città di Sorrento ospita molte altre spiagge in cui potersi rilassare e prendere il sole. A pochi passi dal centro storico e dal porto si trova la Spiaggia di San Francesco9 una striscia di sabbia vulcanica nota anche come Spiaggia di Marina Piccola. Questo lido è costituito da un’area libera e da un’area attrezzata con diversi stabilimenti privati che forniscono tutti i servizi necessari. La spiaggia si può facilmente raggiungere dalla Villa Comunale, a piedi o con il comodo ascensore, oppure dal porto di Sorrento.

Un’altra spiaggia molto frequentata, sia da turisti che da locali, è la Spiaggia di Puolo10 rinomata in tutta la Penisola Sorrentina per le sue acque cristalline. Situata a pochi chilometri dal centro di Sorrento questo litorale presenta una spiaggia mista di sabbia e ciottoli e diversi stabilimenti attrezzati che si alternano a zone di spiaggia libera. In questa zona si possono trovare anche numerosi ristoranti che servono piatti tipici della tradizione locale, bar e locali.

Infine poco lontano dai Bagni della Regina Giovanna, incastonata nel bellissimo paesaggio naturale della penisola sorrentina, si trova la piccola Baia La Solara. Questa spiaggia, circondata dai ruderi di una villa di età romana e da coltivazioni di uliveti e limoneti, è un luogo caratterizzato da scogli e ampie rocce e da un mare davvero stupendo. Qui si trova un lido attrezzato con lettini, ombrelloni e un ottimo ristorante.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

Dove dormire a Sorrento

Sorrento ha un’ampia offerta di sistemazioni di buon livello con prezzi adatti ad ogni budget, dagli hotel ai B&B. La città non è molto grande quindi, se scegliete una zona nel centro storico, ci può spostare comodamente a piedi per visitare le tappe di maggiore interesse e anche per vivere un po’ di vita mondana la sera. Essendo Sorrento la città ideale anche per visitare la penisola sorrentina e i suoi dintorni, nei periodi estivi di alta stagione per avere la possibilità di trovare la struttura più adatta alle vostre esigenze è consigliabile prenotare con anticipo, per evitare di trovare il ‘’tutto esaurito’’.

Alloggi consigliati a Sorrento

Hotel
Hotel Belair
Sorrento Via Capo, 29
9,1Eccellente 608 recensioni
Vedi Tariffe
Hotel
Hotel Bristol
Sorrento Via Capo 22
9,3Eccellente 655 recensioni
Vedi Tariffe
Hotel
Hotel La Badia
Sorrento Via Nastro Verde 8
9,2Eccellente 508 recensioni
Vedi Tariffe

Come arrivare a Sorrento

L’aeroporto più vicino a Sorrento è quello di Napoli Capodichino che è collegato alla città di Sorrento attraverso un servizio di autobus che impiega circa un’ora per arrivare alla città. In alternativa coloro che vogliono raggiungere la località in treno, partendo da Napoli Centrale, possono raggiungere Sorrento attraverso la linea Circumvesuviana Napoli-Torre Annunziata-Sorrento che impiega circa 1 ora e 10 minuti.

Chi viaggia in auto, invece, deve prendere l’Autostrada A3 Napoli – Pompei – Sorrento uscire a Castellammare di Stabia e proseguire sempre sulla 145 SS Sorrentina seguendo le indicazioni per “Sorrento”. Sorrento si trova alla fine di una strada caratterizzata da curve panoramiche, dopo aver passati i paesi di Meta, Piano e Sant’Agnello.

Infine, un modo originale di raggiungere la città potrebbe essere quello di utilizzare l’aliscafo o il traghetto. Dal Molo Beverello, nel Porto di Napoli, partono aliscafi e traghetti che arrivano fino a Sorrento con un viaggio di circa 40/45 minuti.

Meteo Sorrento

Che tempo fa a Sorrento? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Sorrento nei prossimi giorni.

martedì 2
10°
14°
mercoledì 3
11°
13°
giovedì 4
11°
12°
venerdì 5
11°
12°
sabato 6
11°
14°
domenica 7
12°
15°

Dove si trova Sorrento

Sorrento si trova in una posizione strategica per visitare altre località della regione. La città, infatti, dista 48 km a sud di Napoli, 39 km da Ercolano e 28 km da Pompei.

Vedi gli alloggi in questa zona

Località nei dintorni